Polisolfato

Il Polisolfato: un fertilizzante innovativo

Il polisolfato è un fertilizzante multinutriente che deriva da depositi minerali di polialite, un minerale formato da successivi eventi di evaporazione marina nel corso della storia. Questo composto, costituito da solfato di potassio, calcio e magnesio biidrato con formula K2Ca2Mg(SO4)4 · 2 H2O, è completamente solubile, rendendo i suoi nutrienti disponibili per le piante nel corso di una stagione.

polisolfato

Composizione e vantaggi del Polisolfato

Il polisolfato biidrato contiene potassio (12.97%), calcio (13.29%), magnesio (4.03%), e zolfo (21.75%). A differenza di altri fertilizzanti trattati chimicamente, il polisolfato è estratto e preparato senza subire reazioni industriali.

polialite

Polisolfato e fertilizzanti azotati

Le prestazioni del polisolfato sono state testate su diverse colture, dimostrando che l’assenza di azoto non compromette le prestazioni agricole, riducendo al contempo l’impatto ambientale.

fertilizzanti azotati

Studi hanno dimostrato che il polisolfato può ridurre i tassi di azoto senza compromettere le colture e che esiste una spinta economica e normativa a ridurre l’uso di azoto in agricoltura.

Rilascio graduale dei nutrienti

Il polisolfato rilascia lentamente i suoi nutrienti nel terreno per un periodo di 50-60 giorni dopo l’applicazione, permettendo un assorbimento ottimale da parte delle piante e riducendo il rischio di lisciviazione dei nutrienti.

fertilizzanti

Questo processo di rilascio controllato minimizza lo spreco di nutrienti e riduce l’impatto ambientale, rendendo il polisolfato una scelta sostenibile ed efficace per gli agricoltori.

Sullo stesso argomento

Punto di fumo

Definizione del punto di fumo Il punto di fumo o punto di infiammabilità è la temperatura alla quale un olio o un grasso inizia a...

Digestione aerobica

La digestione aerobica: un metodo di trattamento dei rifiuti organici La digestione aerobica è un processo microbico che avviene in presenza di ossigeno ed è...
Articolo precedente
Articolo successivo

Leggi anche

Nuovo Composto Aromatico: Impatti sulla Scienza e sull’Industria

L’acido 4-idrossi-3-metossibenzoico, noto come acido vanillico, è un prodotto naturale presente in diverse piante come la Camellia sinensis, la Paeonia obovata, l'Ocimum basilicum, l'Origanum...

Innovativi Materiali Per Display e Sensori: Una Rassegna sui Diversi Tipi di Cristalli e le Loro Applicazioni

I cristalli liquidi liotropici (LLCs) sono fasi termodinamicamente stabili a temperature, pressioni e concentrazioni definite che si formano in miscele di molecole anfifiliche comprendenti...

Fasi della Materia e Cambiamenti di Stato: Dinamiche delle Transizioni Fisiche

Le transizioni di fase sono probabilmente uno dei fenomeni più interessanti e concettualmente più ricchi affrontati dalla termodinamica e dalla meccanica statistica. Secondo la...